Universita’ Milano-Bicocca e Telecom Italia realizzano un’innovativa Piattaforma Tecnologica per l’insegnamento a distanza.
In tre anni, coinvolti 35 docenti e 850 studenti della Facoltà di Medicina. In 330 hanno ottenuto la laurea in Infermieristica.

L’Università degli Studi di Milano-Bicocca ha sviluppato con Telecom Italia una piattaforma tecnologica altamente innovativa, tra le prime in Europa in grado di fornire un efficace servizio di Teledidattica  per gli studenti ubicati in sedi lontane, ma vincolati alle strutture ospedaliere locali per lo svolgimento del tirocinio. La prima applicazione, di grande successo, ha coinvolto 35 docenti e 850 studenti del Corso di Laurea in Infermieristica gestito dalla Facoltà di Medicina dell’ateneo milanese in collegamento con le sedi distaccate di Bergamo, Desio, Lecco e Sondrio (Faedo Valtellino), garantendo tra l’altro un maggior controllo sull’uniformità della formazione.

L’iniziativa, avviata in fase sperimentale nel giugno 2002 dall’ateneo di Milano-Bicocca in collaborazione con l’operatore telefonico, ha anticipato la recente riforma del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, (decreto ministeriale 17 aprile 2003) che tra le trasformazioni ed interventi organizzativi nella metodologia operativa d’insegnamento prevede anche la definizione di criteri e procedure per l’accreditamento dei corsi di studio a distanza. A tale scopo è stato sviluppato un innovativo sistema di didattica, tecnologicamente all’avanguardia, che permette agli studenti di partecipare in contemporanea da più sedi distaccate alle lezioni del corso di laurea impartite da un unico docente nella sede centrale dell’università, che vengono video-audio riprese e teletrasmesse in diretta.

Questa piattaforma tecnologica rappresenta un deciso passo in avanti rispetto ai più classici sistemi di videoconferenza ed e-learning poiché garantisce, grazie a sofisticati sistemi di codifica audio e video, una totale interazione docente-studenti dando la possibilità di proiettare “live” immagini e slide, pur mantenendo in video il docente stesso. A sua volta il docente è in grado di monitorare dal suo “podio informatico” in contemporanea le aule delle sedi distaccate ed interagire con tutti gli studenti, ai quali è consentito, grazie ai monitor a disposizione, intervenire in qualsiasi momento nel corso della lezione.

Tra le caratteristiche fondamentali del progetto vi è il raggiungimento di una resa visiva che qualitativamente deve poter soddisfare le aspettative ed esigenze di chi deve seguire per una o più ore la lezione del docente. Una seconda peculiarità del sistema riguarda la stabilità ed affidabilità della piattaforma di funzionamento. Infine ciascuna lezione “live” viene registrata ed archiviata – in formato Streaming – allo scopo di poter essere visualizzata anche in differita.

Da un punto di vista operativo, l’aula magna nella sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia viene collegata alle sedi distaccate – che per il corso di Infermieristica dell’Università milanese sono quattro, tutte ubicate all’interno di importanti ospedali locali – mediante l’infrastruttura e la rete di collegamento appositamente progettate da Telecom Italia. A livello periferico il suo funzionamento è garantito dagli stessi studenti, alcuni dei quali sono stati appositamente selezionati e preparati per gestire il collegamento.

Ormai più del 40% degli insegnamenti della laurea in Infermieristica dell’ateneo milanese di Bicocca sono tenuti utilizzando la Teledidattica, che si è affermata come efficace ed apprezzato strumento d’insegnamento a distanza, tanto da suscitare il vivo interesse di diverse altre strutture accademiche italiane. Il successo dell’iniziativa è tale, che questo metodo potrebbe in un prossimo futuro essere esteso anche ad altri corsi della Facoltà di Medicina e Chirurgia. Infatti nell’arco dei tre anni di sperimentazione, la Teledidattica ha contribuito a garantire il raggiungimento del diploma di laurea di 1° livello a più di 330 studenti, di cui 217 nel solo anno accademico 2003-2004. Infine, l’utilizzo di questo innovativo sistema  di insegnamento contemporaneo in più sedi ha consentito un’ottimizzazione dell’impegno dei docenti (pari a 2.320 ore di presenza in aula risparmiate), corrispondente ad una riduzione di costi per la didattica di circa 60 mila euro, a cui va aggiunto il vantaggio, anche economico, di cui ha beneficiato il singolo studente, che non deve sobbarcarsi una lunga e onerosa trasferta per poter frequentare i corsi.

L’esperienza del progetto di Teledidattica rafforza ulteriormente la già consolidata cooperazione tra Telecom Italia e l’Università Milano-Bicocca, che prese avvio sin dalla nascita di quest’ultima, nel 1998. Oggi tutti gli edifici del nuovo Campus universitario milanese sono cablati, permettendo la connessione fino a circa 20.000 punti rete per accessi dati e/o telefonia.

In alcuni casi la rete informatica è supportata da collegamenti in fibra ottica sino ai singoli posti di lavoro, garantendo possibilità di trasmissione a larghissima banda per applicazioni specifiche. Infine la banda larga è estesa anche alle nuove sedi extra-campus mediante la rete pubblica GigaBit Ethernet di telecom Italia.

 “Voglio ringraziare Telecom Italia per il contributo che ha dato alla realizzazione di questo importante progetto, che l’Università Bicocca ha realizzato per prima in Italia”, ha detto il Professor Marcello Fontanesi – Rettore dell’Università Milano-Bicocca – “Si tratta di un’esperienza innovativa sia dal punto di vista didattico che da quello della tecnologia, che ci consente di ampliare notevolmente la nostra capacità di trasferire conoscenze sul territorio e di ridurre sia i  costi che i disagi per docenti e studenti.”.

Siamo grati all’Università di Milano-Bicocca” ha aggiunto il dottor Giuseppe Sala – Direttore Generale di Telecom Italia Wireline – “che ci ha coinvolti come partner in questa iniziativa fortemente innovativa. Siamo infatti convinti che la tecnologia d’avanguardia a livello europeo sviluppata da Telecom Italia e messa al servizio della diffusione del sapere e della cultura universitaria, dia un contributo socialmente utile e di grande importanza per lo sviluppo del Paese”.

Advertisements

0 Responses to “”



  1. Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s




tweets


%d bloggers like this: